"Vogliamo indirizzare l’energia e la passione che anima i nostri atleti,

vogliamo coinvolgere un numero sempre più importante di ragazzi e praticanti,
vogliamo vederli in competizioni sane e vere,
vogliamo che alla fine si confrontino con loro stessi e con il proprio avversario,
uscendo dall’'attuale realtà virtuale dove molto spesso si rifugiano."